Apple Brevetta la SIM virtuale!

Pubblicato il 29 Dicembre 2012

2 giorni fa, il 27 Dicembre, Apple ha presentato ufficialmente il brevetto a cui secondo diverse notizie diffuse negli ultimi mesi stava lavorando da tempo: la SIM virtuale chiamata eSIM.

Attualmente per accedere alla rete cellulare è necessario avere all'interno del proprio telefono un chip denominato SIM in grado di autenticare gli utenti sulla rete e permettere loro di accedere ai servizi voce e dati. Negli anni la dimensione della SIM si è ridotta, ad esempio i primi cellulare con la SIM richiedevano l'inserimento di una tessera della dimensione di una carta di credito, poi dopo poco si è passato alla SIM tradizionale a cui eravamo abituati fino a poco tempo fa ed infine gli iPhone richiedono l'utilizzo delle microSIM. Le tre tipologie di SIM sono indicate nell'immagine qui sotto. 

http://www.jonathanfun.com/wp-content/uploads/2010/04/micro-sim1.jpg

In tutti e 3 i casi comunque la dimensione del vero e proprio chip è rimasta invariata.

La tecnologia brevettata da Apple si chiama eSIM ed è invece un'architettura che permette di accedere alla rete cellulare utilizzando un protocollo in grado di superare il concetto di SIM fisica (il chip) a cui siamo abituati. In pratica saranno presenti degli eSIM manager sulla rete cellulare, a cui il cellulare richiederà l'accesso. A loro volta gli eSIM manager accederanno ad un database in cui verificano se l'apparecchio sia o meno abilitato alla richiesta di accedere ai servizi della rete UMTS.

Su PatentlyApple sono descritte nel dettaglio le funzionalità di questa architettura per chi volesse approfondire il tema.

http://www.patentlyapple.com/.a/6a0120a5580826970c017d3f3b121e970c-800wi

La possibilità di non dover più dipendere da un supporto fisico per accedere alla rete permetterà di ottenere molti vantaggi tra cui: riduzione delle dimensioni del disposivo (in termini soprattutto di peso e spessore), e maggiori funzionalità offerte a seguito dei minori limiti dettati dalla SIM.

Inoltre questo brevetto può essere secondo me un buon passo avanti per permettere di avere all'interno di un solo cellulare più numeri di telefono, usufruendo delle offerte di più operatori, senza essere costretti a scegliere il proprio cellulare soltanto tra i modelli predisposti per essere multisim, che attualmente offrono funzionalità di gran lunga minori rispetto ai più recenti smartphone in commercio. Temo che questa funzionalità verrà in ogni caso fortemente osteggiata dagli operatori, ma in ogni caso staremo a vedere cosa succederà quando la SIM virtuale di Apple diventerà una realtà sul mercato.

Al momento eSIM è solo un brevetto

Scritto da macosanepensi

Con tag #Mondo Apple

Repost 0
Commenta il post