La pizza del forno a legna... in casa!

Pubblicato il 7 Giugno 2012

Qualche anno fa abbiamo scoperto l'esistenza di questo elettrodomestico, e, dato che nella mia famiglia siamo appassionati di pizza, ma quella fatta nel forno non ci ha mai entusiasmato.... abbiamo deciso di comprare la Pizza Express G3Ferrari.

http://www.g3ferrari.com/imgp_z/099-rosso-aperto-400x400.jpg

La macchina ha un ottimo rapporto qualità-prezzo (spesso si trova in offerta a 65-70 euro), e raggiungendo fino a 470 gradi permette di cuocere una pizza in meno di 5 minuti. Occhio però al consumo che èp di 1200 watt. Il forno ha questo ingombro: 31,5x37,5x25 cm; e permette di fare pizze del diametro di 31 cm. La pizza fatta con questo forno ha davvero il sapore di quella che si mangia nelle pizzerie con i forni a legna, grazie alla pietra refrattaria presente all'interno, su cui si posiziona la pizza da cuocere.
Il forno può essere regolato su 3 diversi livelli di calore, di seguito riporto quelli indicati dalla casa sul sito ufficiale:

  • Livello 1: 190°C
  • Livello 2: 350°C
  • Livello 2 e mezzo: 430°C
  • Livello 3: 470°C


Inoltre il forno è dotato di due legni a forma di mezzo cerchio per posizionare comodamente la pizza nel forno, separandoli sulla pietra, la pizza scivola direttamente nel forno. Io in ogni caso ho preferito farmi fare dei legni quadrati sui cui stendo direttamente la pasta di pane prima di iniziare a fare le pizze, perchè mi trovo più comoda sia mentre stendo la pasta che a sfilare le pizze e posizionarle sul forno; inoltre in questo modo posso preparare tutti gli impasti e infornarli uno dopo l'altro mentre pulisco la cucina dalla farina.

Per fare una pizza di solito impasto circa 250-300 grammi di pasta di pane e la stendo in forma rotonda. Sulle istruzioni consiglia di fare anche un po' di bordo alle pizze per evitare che gli ingredienti scendano sulla pietra e la rovinino durante la cottura. Occorre mettere molta farina sotto per evitare che la pizza si attacchi ai legni utilizzati per inserirla nel forno e/o al forno stesso. Di solito posiziono la pasta di pane nel forno e poi la condisco direttamente lì, in questo modo nei casi in cui si attacchi ai legni perchè c'è poca farina e si rompa, non rischio di rovinare la pietra facendo colare gli ingredienti. Di solito lascio la pizza 2-3 minuti con solo il pomodoro, mentre la mozzarella la aggiungo gli ultimi due minuti per evitare che bruci.
Un altro piccolo trucco che utilizzo è il seguente: tra una pizza e l'altra, consiglio di spruzzare acqua sulla pietra, in questo modo evitate di fare attaccare la pizza alla pietra!

Oltre alla pizza è possibile utilizzare il forno per torte e altri cibi che normalmente si cuociono in forno, occorre solo imparare a ricalcolare i tempi, viste le maggiori temperature raggiungibili rispetto al forno tradizionale. Inoltre è possibile cuocere pizze surgelate, ma non ci ho mai provato finora.

Finalmente posso mangiare una pizza come quella del forno a legna senza andare in pizzeria! La consiglio vivamente, anche perchè con una decina di pizze avete già ammortizzato il costo del forno e dura tanto: io ce l'ho da 4 anni e va ancora che è una meraviglia (nonostante mi siano più volte caduti olio e pomodoro sulla pietra).
Inoltre è ottima per chi soffre di intolleranze o allergie alimentari, poichè finalmente non sono esclusi dal meraviglioso gusto di una pizza da forno a legna!

Scritto da macosanepensi

Con tag #Consigli casalinghi

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post